Anarchia e inferno a Contesse, chi controlla?

Come prima, peggio di prima. Per trovare un po’ di ordine e qualche controllo, forse, bisognerà aspettare il prossimo concerto al “San Filippo” che si riempie non per le gesta delle squadre di calcio cittadine (che navigano a vista) ma per le performance dei vari Vasco Rossi, Biagio Antonacci e Laura Pausini.

Il caos è tornato a regnare sulla Ss 114 che collega il centro cittadino ai villaggi della zona sud.

Non sono serviti neanche i blitz della polizia municipale della Sezione Annina,  visto che a parte i sequestri di merce gli ambulanti sono sempre al loro posto, invadendo ogni angolo della strada. Ad aggravare la situazione anche la sosta selvaggia, ovvero la consueta abitudine di parcheggiare in seconda o addirittura in terza fila. “È impossibile persino transitare in una strada così larga – ha denunciato un automobilista bloccato a Contesse – dove sono i vigili urbani? Come mai nessuno interviene? Dobbiamo aspettare un altro concerto al San Filippo per avere una viabilità normale?”

Domande legittime che noi rivolgiamo agli organi competenti.  In questo senso vorremmo capire se lo “Street control” continua a transitare e rilevare infrazioni. All’orizzonte l’inizio della scuola con l’immancabile caos che ormai è 365 giorni l’anno.

Condividi