Messina invasa di topi, pronte le trappole con il Gps

Si tratta di trappole senza veleni, per evitare di mettere a rischio anche altri animali o le persone. Nello specifico sono erogatori di esche che si usano sia per catturarli sia per poter fare un monitoraggio dell’effettiva presenza sul territorio dei roditori.
MessinaServizi ha deciso di coadiuvare il Dipartimento Ambiente del Comune negli interventi di contrasto ai topi. Questa mattina ha affidato l’appalto per la derattizzazione per inserire queste trappole vicino a tutte le postazioni dei cassonetti e, allo stesso tempo, prevenire l’insorgere del problema grazie a degli strumenti efficaci di rilevazione.
“In seguito al controllo delle trappole – spiega il presidente Giuseppe Lombardo – sarà compilata una scheda di rilevamento che rende possibile effettuare un completo monitoraggio. Questo permetterà agli operatori di conoscere l’entità di infestazione, identificare la specie e l’andamento delle stesse infestazioni.
I tecnici addetti al servizio, utilizzeranno un’applicazione software dedicata e la raccolta dei dati sarà trasmessa in modo simultaneo nella piattaforma gestionale che ne elaborerà le informazioni”.

Sempre Lombardo spiega che queste trappole sono dotate di Gps, dunque il sistema consente la geolocalizzazione dei punti di installazione. Questo permette la mappatura dei siti e la visualizzazione in tempo reale da parte di Messinaservizi delle postazioni registrate, degli interventi, dei rilievi e delle sostituzioni effettuate.

Condividi