Dopo 2 anni di fermo il mister Angelo Saija riparte dall’ItĂ la

Si profila un importante ritorno in panchina: è quello del messinese Angelo Saija che, dopo due stagioni di fermo per problemi personali (il 14 maggio 2017 aveva annunciato un anno di stop, poi prolungatosi di un’ulteriore annata) si appresta a ripartire dall’ItĂ la, blasonata societĂ  ionica presieduta da Carmine Berlinghieri e militante in Seconda Categoria.

“L’obiettivo, in tutta umiltĂ  e senza proclami com’è non solo nel mio stile. ma anche dell’ItĂ la, è provare a fare meglio dello scorso anno “, sottolinea lo stesso mister messinese classe ’71 (48 anni compiuti lo scorso 5 marzo). Il che significa puntare a competere per la vittoria finale, considerando che nella stagione 2018/19 l’ItĂ la da ha disputato i play-off poichĂ© 4° in classifica nel girone C della quarta serie regionale.

Non a caso Saija, a quei giocatori giĂ  in organico che il presidente Berlinghieri intende confermare, affiancherĂ  diversi ragazzi del suo fortunato triennio con il Messina Sud, da lui pilotato dalla Prima Categoria alla Promozione poi mantenuta sul campo sotto la sua guida tecnica. “Mi hanno dato la loro disponibilitĂ  i vari Graziano, Boncordo, Montaperto e via di seguito. Strada facendo vedremo se mancherĂ  ancora qualcosa, al fine di  poter disputare una stagione degna del blasone dell’ItĂ la provando a togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Nessuno ci regalerĂ  nulla, in quanto tutti i campionati presentano le loro problematiche”.

E’ una persona vera e genuina il tecnico peloritano, a cui non pesa affatto ricominciare dalla Seconda Categoria: “Lo faccio senza alcun problema  – sottolinea Saija -. Intanto perchĂ© potrò lavorare in una societĂ  calcistica seria, della quale sono assolutamente entusiasta, e in secondo luogo perchĂ© non so cosa sia la presunzione. La categoria non è importante, ciò che conta per me è lavorare bene e divertirsi. Visto poi –  è la sua stoccata – che le societĂ  del capoluogo non hanno saputo apprezzare quanto di buono credo di aver fatto finora nella mia carriera tecnica, è meglio ripartire dalla provincia. Oltretutto, era un mio preciso desiderio il poter allenare per la 1^ volta sulla riviera jonica”. 

Sebbene in casa ItĂ la non sia stata ancora fissata la data dell’avvio della preparazione – cosa assolutamente normale considerando che la Figc siciliana non ha ancora diramato neppure gli organici di Prima Categoria – nella serata di giovedì prossimo ci sarĂ  comunque un primo incontro organizzativo in sede tra dirigenza, allenatore e giocatori. L’intento è quello di cominciare a creare le basi in vista della stagione calcistica 2019/20.

Condividi