Lettura contatori Amam, Gioveni: Quale futuro per il servizio e i lavoratori?”

L’esponente del Pd in Consiglio Comunale Libero Gioveni è intervenuto sulla vicenda relativa al servizio di lettura dei contatori Amam, che originariamente era stato affidato a una società terza e che ad oggi risulta essere interrotto. Infatti, nei giorni scorsi a Palazzo Zanca si è tenuto un sit-in di protesta da parte dei dodici lavoratori impiegati dalla suddetta società nell’ambito di tale servizio, in quanto attualmente sono disoccupati e, dunque, preoccupati per il loro futuro lavorativo. Da qui la proposta avanzata da Gioveni al presidente di Amam nell’ambito di un’apposita nota: il consigliere comunale ha suggerito di riprendere e internalizzare il servizio di lettura dei contatori, tentando di acquisire al contempo i dodici lavoratori in esame che, nel corso degli ultimi anni, hanno di certo imparato a padroneggiare le diverse utenze censite.

“Ad onor del vero, – precisa Gioveni – da fonti sindacali sembra che il loro impiego a breve dovrebbe risultare scontato attraverso una clausola di salvaguardia posta in essere da Amam nel nuovo bando per l’affidamento del servizio. Tuttavia, – prosegue il consigliere comunale – a parere del sottoscritto, così come auspicato nei mesi scorsi in Commissione consiliare alla presenza dei vertici della società terza, sarebbe certamente opportuno e probabilmente più conveniente per Amam procedere all’internalizzazione del servizio, tentando di acquisire, attraverso un bando ad evidenza pubblica, anche queste professionalità che ormai risultano ‘padroni’ del servizio e di tutte le utenze censite e dislocate nell’intero vasto territorio comunale”.

Condividi




Change privacy settings