Unime, la Scuola di Eccellenza 2019 si chiude con un ottimo bilancio

Anche quest’anno si è chiuso con un ottimo bilancio la Scuola di Eccellenza organizzata dall’UniversitĂ  di Messina e dall’Accademia Peloritana dei Pericolanti che per la prima volta è stata strutturata in due settimane. Quella di quest’anno era la III edizione e ha visto la partecipazione degli ottanta migliori studenti dell’Ateneo peloritano, selezionati in base alla media riportata negli esami. In particolare, gli studenti sono stati suddivisi in due turni, ciascuno dei quali prevedeva tre percorsi di studio (per ogni percorso di studio sono state svolte 30 ore di attivitĂ  didattica in aula e 12 di attivitĂ  collaterali).

Complessivamente oltre 120 sono stati i docenti e gli ospiti che hanno messo a parte degli studenti le loro competenze, le loro esperienze e i loro punti di vista, in un clima informale ma particolarmente stimolante. Accanto ai docenti dell’UniversitĂ  di Messina, si sono alternati professori provenienti da numerose universitĂ  italiane e straniere, nonchĂ© diversi ospiti speciali (magistrati, giornalisti, industriali, ecc). Nel compiacimento generale e dopo i ringraziamenti degli studenti per l’opportunitĂ  loro offerta di arricchimento umano e scientifico, durante la serata conclusiva il rettore Salvatore Cuzzocrea ha ringraziato per il lavoro svolto il direttore della Scuola Giovanni Cupaiuolo, la segreteria organizzativa (dottoresse Manuela Catanese, Letizia Gambino, Claudia Giordano), tutti coloro che a vario titolo hanno consentito la realizzazione della III Edizione della Scuola di Eccellenza nell’incomparabile location di Villa Pace, e ha comunicato la sua intenzione di attivare anche nel 2019 piĂą turni della Scuola di Eccellenza.

Condividi




Change privacy settings