Rifiuti abbandonati a San Licandro: incivile multato grazie ai residenti

Non sarà di certo facile il passaggio alla raccolta differenziata, considerato che ci sono ancora soggetti che faticano a comprendere le semplici regole su come si debba procedere col corretto smaltimento di rifiuti ingombranti, elettrici ed elettronici. È il caso ad esempio di quanto verificatosi nei giorni scorsi in via Leonardo Sciascia, nel quartiere di San Licandro, dove un incivile è stato immortalato da alcuni residenti mentre abbandonava sulla strada suppellettili e oggetti elettrici ed elettronici di ogni tipo: “Come potete ‘ammirare’, – esordisce il consigliere della V Circoscrizione Franco Laimo – sulla prestante strada della zona di San Licandro non mancano divani, sedie e poltrone, oltre che vecchie tv e tanti altri piccoli strumenti casalinghi. Prima di lamentarci dei servizi di pulizia che non funzionano a Messina, cerchiamo piuttosto di iniziare a praticare le basilari regole di civiltà, considerato che la strada non è altro che casa nostra!”.

“Grazie alla preziosa collaborazione con alcuni cittadini, – prosegue Laimo – siamo riusciti però ad immortalare il trasgressore, un uomo straniero residente a Messina che gettava dal proprio furgone ogni qualsivoglia tipologia di rifiuti, scambiando l’area di San Licandro per una libera discarica. Pertanto, l’uomo è stato immediatamente identificato e multato dalla Polizia Metropolitana”. Insomma, è stata una vera e propria proficua collaborazione quella tra cittadini, amministrazione comunale e rappresentanti del territorio, che Laimo spera si ripeta nuovamente. Infatti, il consigliere della V Circoscrizione ha lanciato un accorato appello all’intera comunità affinché questa segnali prontamente ai rappresentanti del territorio e all’amministrazione comunale chiunque non abbia cura della propria città.

In definitiva, si ricorda che fino a 2 metri cubi di materiali ingombranti, elettrici ed elettronici esiste un servizio di raccolta a domicilio totalmente gratuito. Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente link.

Condividi




Change privacy settings