Tusa, stanziati 200mila euro per riportare alla luce il Teatro antico

La Regione finanzierĂ  la prosecuzione degli scavi archeologici nel sito di Halaesa Arconidea, a Tusa, per iniziare a riportare alla luce il Teatro antico scoperto l’anno scorso.
L’ha annunciato il Governatore Musumeci, che ieri ha compiuto un sopralluogo nel centro nebroideo per conoscere lo stato dei luoghi.
“Metteremo subito a disposizione – ha evidenziato il presidente della Regione – un primo finanziamento di duecentomila euro.

Il mio governo punta molto sulla tutela e valorizzazione dei reperti archeologici dell’Isola. Dobbiamo, da un lato, procedere con la campagna di scavi, dall’altro migliore la qualitĂ  dei servizi. Ho trovato una grande dignitĂ  in questo luogo, soprattutto nell’antiquarium e ho voluto ringraziare il personale per l’impegno e la passione che mette nel proprio lavoro”.

L’ultima campagna di ricerche era stata avviata lo scorso 24 giugno. A condurla una missione italo-inglese presso il Santuario di Apollo e una francese presso le tre aree dell’abitato dell’antica cittĂ . Gli scavi sono iniziati tre anni fa, a distanza di oltre sessanta da quella che portò alla luce una parte dell’agorĂ .

La missione archeologica italo-inglese è diretta dai professori Lorenzo Campagna e Jonathan Prag delle UniversitĂ  di Messina e Oxford; quella francese da Michela Costanzi dell’universitĂ  de Picardie Jule Vern. Il coordinamento scientifico delle attivitĂ  è di Alessio Toscano Raffa del Cnr-Ibam di Catania.

Condividi




Change privacy settings