Minaccia di farsi esplodere: 73enne finisce in manette

Quella che era una comunissima lite tra vicini sarebbe potuta divenire una vera e propria tragedia se le forze dell’ordine non fossero immediatamente intervenute. Infatti, a seguito di un’apposita segnalazione, i carabinieri della compagnia di Messina Sud hanno tratto in arresto un 73enne giĂ  noto alle forze dell’ordine (C. G. le sue iniziali), in quanto avrebbe minacciato piĂą volte il vicino, anche in presenza dei militari dell’Arma, di farsi esplodere con tre bombole di gas che deteneva in casa, nella convinzione che l’esplosione avrebbe causato la distruzione oltre che della propria abitazione anche di quella del vicino rivale.

Dopo aver fatto allontanare altri cittadini presenti nelle immediate vicinanze, i carabinieri si sono mobilitati per tranquillizare l’anziano. DopodichĂ©, i militari dell’Arma sono entrati all’interno dell’abitazione del 73enne, il quale però ha continuato a ripetere le minacce nei confronti del vicino.

L’anziano è stato pertanto arrestato, in quanto ritenuto responsabile del reato di violenza privata aggravata con minaccia e nella mattinata di ieri è stato condotto dinnanzi al giudice del Tribunale di Messina per essere processato con rito direttissimo. L’autoritĂ  giudiziaria, dopo aver convalidato l’arresto operato dai carabinieri, ha disposto il trasferimento dell’arrestato presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

Condividi




Change privacy settings