Coltivazione e detenzione ai fini di spaccio: 35enne finisce in manette

È ritenuto responsabile dei reati di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un messinese di 35 anni, motivo per cui martedì scorso è stato tratto in arresto dai carabinieri.

In particolare, i militari delle compagnie di Messina Centro e Barcellona Pozzo di Gotto, con il supporto di un’unità cinofila del Nucleo carabinieri cinofili di Nicolosi, insospettiti da un anomalo via vai dall’abitazione del 35enne, martedì scorso hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare. A seguito della perquisizione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto complessivamente 9 chili di marijuana confezionata in 38 involucri in cellophane, 30 grammi di cocaina con analogo quantitativo di sostanza utilizzata per il taglio, 4155 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio, 7 piante di canapa indiana di varia altezza, 3 bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento, tra cui 2 apparecchiature per sottovuoto. La sostanza stupefacente, la somma di denaro, il materiale e le apparecchiature per il confezionamento sono stati sequestrati e l’uomo arrestato.

Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Messina Gazzi, così come disposto dall’autorità giudiziaria alla quale, nei prossimi giorni, il 35enne dovrà rispondere dei reati a lui contestati.

Condividi




Change privacy settings