Ex scuole “Foscolo” e “Donato”, Laimo: “Emanare bandi speciali per le famiglie occupanti”

“Tali famiglie non possono essere abbandonate in luoghi che dovrebbero essere restituiti alla collettività mediante la creazione di centri ricreativi per bambini e anziani”. Il consigliere della V Circoscrizione Franco Laimo pone nuovamente la luce dei riflettori sui luoghi simbolo dell’emergenza abitativa a Messina, vale a dire le ex scuole “Pietro Donato” di villaggio Paradiso e “Ugo Foscolo” di via Palermo che da anni risultano occupate da diversi nuclei familiari (tra le altre cose, nel 2016 la “Ugo Foscolo” è stata concessa in comodato d’uso alle famiglie occupanti dall’allora amministrazione Accorinti).

In particolare, nell’ambito della IV Commissione consiliare dello scorso 3 luglio, il consigliere circoscrizionale ha proposto l’assegnazione degli alloggi popolari a tali famiglie attraverso l’emanazione di bandi speciali: “La legge regionale 11/2002 – spiega Laimo – prevede infatti che, in deroga alle vigenti disposizioni, sia possibile procedere con l’assegnazione degli alloggi per i nuclei familiari in dipendenza di gravi esigenze abitative o per tutelare l’esigenza di particolari categorie sociali attraverso l’emanazione di bandi speciali, con l’indicazione di eventuali requisiti aggiuntivi o specifici, da parte del Comune interessato“.

“È ciò che si chiede per le dieci famiglie dell’ex scuola “Ugo Foscolo” e le cinque della “Pietro Donato”, – conclude il consigliere circoscrizionale – dove ricordo ci sono anche diversi bambini e una donna incinta”.

Condividi




Change privacy settings