Alessia Gazzola vince il Premio Bancarella con il romanzo dal titolo Il ladro gentiluomo

Si è svolta ieri nella suggestiva Piazza della Repubblica di Pontremoli  la sessantasettesima edizione del Premio Bancarella che quest’anno ha  visto trionfare su tutti  Alessia Gazzola con il romanzo dal titolo  Il ladro gentiluomo, edito da  Longanesi. La scrittrice messinese si aggiudica il riconoscimento dei librai indipendenti italiani con un totale di 149 voti su 160 schede pervenute. A seguire, Marco Scardigli Évelyne (Interlinea) con 88 voti, Marino Magliani Prima che te lo dicano altri (Chiarelettere) con 68 voti, Giampaolo Simi Come una famiglia (Sellerio) con 66 voti, Tony Laudadio Preludio a un bacio (NN Editore) con 57 voti e Elisabetta Cametti, Dove il destino non muore (Cairo) con 49 voti.

“Sono felicissima, piena di gratitudine, nei confronti dei librai per un onore così grande e del mio editore per il sostegno immancabile“. Alessia Gazzola, vincitrice dell’edizione 2019 del Premio.

Quest’anno la serata conclusiva del premio, che ha visto protagonisti i “magnifici sei” finalisti del Bancarella 2019 – giĂ  vincitori del Premio Selezione Bancarella 2019 – è stata condotta da Gaia Marzocchi, attrice e conduttrice televisiva e accompagnata Sara Rattaro, vincitrice del Bancarella 2015 con il romanzo Niente è come te (Garzanti), in qualitĂ  di Presidente del Premio. Nel corso della serata non è mancato il sentito ricordo  degli scrittori recentemente  scomparsi Andrea Camilleri e Luciano De Crescenzo, entrambi vincitori del Premio Bancarella; Camilleri nel 2001 con il romanzo La gita a Tindari (Sellerio) e De Crescenzo nel 1984 con Storia della filosofia greca (Mondadori).

Sono stati come sempre i librai a decretare il vincitore di un premio che affonda le sue radici nella vocazione culturale della Lunigiana. Nato nel 1952 dai librai ambulanti di Montereggio e Pontremoli, il Bancarella è infatti da sempre il premio dei librai indipendenti italiani che insieme alla Fondazione Città del libro, alle Associazioni dei Librai Pontremolesi e delle Bancarelle, e col supporto del Comune di Pontremoli, mantengono viva questa importante e affascinante tradizione. Dopo aver conquistato i lettori di tutta Europa, con oltre 800.000 copie vendute in Italia e la pubblicazione in numerosi paesi stranieri, Alessia Gazzola torna in libreria con Il ladro gentiluomo, la nuova avventura di Alice Allevi. L’ormai celebre personaggio nato dalla penna dell’autrice messinese nel 2011 sarà presto nuovamente in televisione, sempre con il volto di Alessandra Mastronardi, nella seconda stagione della fortunatissima serie “L’allieva”.  La Alice Allevi che si mette nei guai sembrerebbe essere solo un ricordo: è cresciuta adesso, è ormai una specialista e anche il suo rapporto con il temibile ma perfetto CC sembra aver trovato il giusto equilibrio. Finché Alice non ottiene il trasferimento che aveva chiesto in un momento di sconforto. Destinazione: Domodossola. Un grande cambiamento nella vita di Alice, che però non ha tempo per disperarsi perché nel corso di un’autopsia scopre un dettaglio che cambia le carte in tavola. Nello stomaco della vittima c’è un diamante di caratura eccezionale, che Alice decide di consegnare prontamente alle forze dell’ordine. Così affida quella prova così importante all’ufficiale giudiziario che le si presenta davanti: impeccabile, elegante, sembra il perfetto rappresentante della giustizia. Se non fosse che l’uomo sparisce nel nulla ed è Alice a finire nei guai. Un’altra volta.

Alessia Gazzola entra così di diritto nell’albo d’oro  di un Premio che ha visto alternarsi tanti nomi illustri della letteratura mondiale  come Ernest Hemingway, Ken Follett e Oriana Fallaci,  solo per citarne alcuni.

Ancora una volta la CittĂ  dello Stretto fa sentire la sua voce in ogni ambito della cultura.

Condividi