Suv-killer a Vittoria, durante i funerali di Alessio muore Simone: era grave a Messina

La notizia ha raggelato la chiesa stracolma riempita da una città intera in lacrime che stava rendendo omaggio ad Alessio, falciato da un Suv mentre stava giocando davanti alla sua casa.  Simone, 12 anni, ha perso la vita e ha raggiunto il cuginetto Alessio di 11 anni in cielo.

Nulla da fare per il bambino rimasto ferito dalla folle corsa del Suv assassino guidato da Rosario Greco, figlio del di Elio Greco, il “re degli imballaggi” di Vittoria. Altre tre persone erano in auto con Rosario Greco: due di loro con precedenti penali. Uno è Angelo Ventura, figlio del capomafia di Vittoria, Giambattista, l’altro è Alfredo Sortino con vari precedenti penali, il terzo è Rosario Fiore. Sono tutti indagati per omicidio stradale e omissione di soccorso.

In chiesa questa  mattina era il giorno del dolore. Più di 3mila persone almeno, famiglie intere che hanno voluto testimoniare vicinanza e affetto alla famiglia del piccolo Alessio ma anche la risposta civile di una città alle scorribande di criminali che hanno spento la vita di un ragazzino. A celebrare la messa il vescovo di Ragusa Carmelo Cuttitta che ha ricordato l’insegnamento che la morte di Alessio potrà dare.

La notizia della morte di Simone appesantisce ancor di piĂą il clima di lutto in cittĂ . Da venerdì mattina il piccolo, che perso le gambe, quasi del tutto tranciate nel terribile impatto, era ricoverato al Policlinico di Messina dov’era stato trasferito con in elisoccorso.

“Al suo arrivo avevamo già giudicato le sue condizioni gravissime. Abbiamo tentato in tutti i modi di salvarlo, ogni terapia non è bastata a farlo rimanere in vita. Siamo rammaricati”, ha afferma Eloise Gitto, direttrice del reparto.

Condividi




Change privacy settings