Milazzo, sottodimensionati i reparti di ostetricia e ginecologia. Ugl: “Urge intervenire”

“Siamo fortemente rammaricati per i disagi che si registrano quotidianamente nell’ospedale di Milazzo, specie nei reparti di ostetricia e ginecologia”. Così il segretario di Ugl Messina Antonino Sciotto, mostrandosi preoccupato per la carenza di organico nei reparti di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Milazzo che, sulla base di alcune notizie trapelate sugli organi di stampa, sarebbe destinata a peggiorare ulteriormente in vista di nuovi possibili tagli: “Nei reparti di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Milazzo, nonostante il continuo aumento delle nascite, giungono notizie del possibile sottodimensionamento del personale medico e ostetrico presente: si stima un calo del 40% al 50% dell’effettivo organico previsto, una situazione questa che costringerebbe a turni di 12 ore”, spiega al riguardo il sindacalista.

“Siamo inoltre venuti a conoscenza – prosegue Sciotto – del mancato periodo di riposo tra un turno e l’altro e l’impossibilitĂ  del personale ad avvalersi dei necessari periodi di ferie. Inutile ribadire che una tale situazione possa compromettere la sicurezza per l’ampia l’utenza che usufruisce di tali servizi di vitale importanza per tutto il comprensorio. Come organizzazione sindacale chiediamo pertanto una tempestiva presa di posizione delle istituzioni politiche al fine di trovare una soluzione a tale problema”.

Condividi