Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.messinaoggi.it/home/website/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288

La Sea Watch arriva davanti al porto di Lampedusa

So cosa rischio, ma non ho scelta. I naufraghi sono allo stremo: li porto in salvo“. La comandante della ong tedesca Sea Watch 3, Carola Rackete, ha deciso di rompere gli indugi e condurre a Lampedusa i 42 migranti soccorsi al largo della Libia nelle scorse settimane, disattendendo pertanto l’alt imposto dalle autoritĂ  italiane e rischiando adesso oltre che una salata sanzione amministrativa anche il sequestro del natante, così come previsto dal nuovo decreto sicurezza bis. Infatti, dopo ben quattordici giorni di navigazione al largo dalle coste italiane, la comandante della ong tedesca ha deciso di entrare in acque territoriali per via delle sempre piĂą precarie condizioni di salute dei migranti a bordo della nave: un periodo di tempo lunghissimo, durante il quale tra le altre cose sono sbarcati a Lampedusa oltre cento migranti arrivati con dei barchini.

Adesso si è in attesa di ulteriori sviluppi con riferimento a tale vicenda, considerato che allo stato attuale delle cose non si è ancora proceduto con lo sbarco dei 42 migranti. Intanto il “capitano” Matteo Salvini fa sapere che i migranti non sbarcheranno: “Schiero la forza pubblica, – commenta Salvini – Ora mi aspetto che qualcuno emetta un ordine di arresto“.

 

Condividi