Piano antincendio: vertice in Prefettura, occorre rinforzare gli organici

Vertice tra la Prefettura e i sindacati del comparto Regione Sicilia per discutere della campagna antincendio 2019. A presiedere l’incontro il prefetto di Messina, Carmela Librizzi. Presenti il dirigente dell’Ispettorato delle Foreste Lo Dico e le organizzazioni sindacali. A rappresentare il Siad il segretario provinciale Clara Crocè.

L’incontro è stato richiesto per rappresentare la grave carenza di personale in organico dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina e le gravi criticità operative inerenti la prossima campagna antincendio 2019.

In atto, hanno denunciato i sindacati, l’organico dell’Ente dispone di 48 unità. Di queste, solo 29 sono operanti sul territorio provinciale, 15 nel Centro Operativo Provinciale, mentre 4 dirigenti operano in regime di reperibilità per il coordinamento.

“Un organico decisamente insufficiente per coprire il vasto territorio messinese – dichiara Crocè. A causa della carenza del personale in organico, molti distaccamenti forestali sono stati chiusi o accorpati. Il personale, tra l’altro, è quasi in etĂ  pensionabile. Mentre altri distaccamenti sono operativi solo con una unitĂ  di personale in organico.

Gli uomini del Corpo Forestale non sono in grado di espletare le proprie funzioni e la situazione potrebbe aggravarsi con l’attivazione del Servizio antincendio boschivo per la campagna 2019. Se dovesse rimanere intatto l’attuale organico, non sarĂ  possibile programmare i turni nel COP e non sarĂ  possibile garantire la presenza del Dos, fondamentale per tutte le operazioni di spegnimento incendi, oltre che unico soggetto abilitato a effettuare una richiesta di intervento aereo e la successiva gestione operativa”.

Il Piano provinciale antincendio 2019 predisposto dall’Ispettore Ripartimentale delle Foreste di Messina, prevede la presenza giornaliera su tutto il territorio provinciale di 14 unità in turno per 12 ore.
Il responsabile dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste Antonino Lo Dico, pur ammettendo le criticità evidenziate dai sindacati, ha annunciato che le unità saranno raddoppiate con l’utilizzo di altri 28 addetti del personale del Parco dei Nebrodi

Condividi




Change privacy settings