Mogol conquista il pubblico del Teatro Mandanici

Un tripudio di emozioni ha caratterizzato  il  concerto – evento di Mogol vi racconta che  sabato scorso ha solcato, con l’ innata naturalezza che  da  sempre lo  contraddistingue, il palco  del Teatro Mandanici.   Protagonista della serata un pilastro della musica italiana che,  dinanzi ad una folta platea,  si è raccontato in una chiacchierata a tutto tondo al microfono del bravissimo  Mimmo  Mollica, occasione irripetibile per conoscere i retroscena che hanno portato  alla  nascita di fruttuosi sodalizi artistici  dai quali hanno preso vita i piĂą bei brani del panorama musicale italiano.

Ad aprire la serata  l’esecuzione del brano Una donna per amico, splendidamente interpretata dall’artista Sara Ricciardi, che più di ogni altra ha rappresentato la lunghissima collaborazione  tra il grande paroliere e Lucio Battisti. E a partire da questo brano ha preso il via l’esecuzione di una  lunghissima carrellata  di capolavori della musica italiana  che vanno da Se stasera sono, passando per la Voce del Silenzio per poi finire con la celebre  Marenero.

Non sono  poi mancati lunghi attimi di commozione parlando di Mango e Gianni Bella,  con il quale  Mogol ha recentemente scritto La Capinera, opera lirica presentata con successo al Teatro Bellini di Catania.  La serata si è conclusa con  momenti di grande  autoironia quando è stato presentato il volume dal titolo Il mio mestiere è vivere la vita, raccolta di aforismi sulla di ogni giorno.

E poi con altrettanta nonchalance ha salutato il pubblico, lasciandolo cullare dalla magia delle sue indimenticabili canzoni.

 

Condividi