Rimosso e neutralizzato ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale

Rimossa e neutralizzata una bomba americana risalente alla Seconda guerra mondiale, del peso di circa mille libbre, questa mattina nelle acque antistanti al porto di Messina.

I “palombari” del gruppo operativo subacquei, del comando degli incursori della Marina militare, hanno distrutto l’ordigno dopo averlo portato in una zona di sicurezza, seguendo le procedure necessarie per preservare l’ecosistema marino.

”Il rinvenimento di questo ordigno ha imposto di applicare una rigida procedura d’intervento a causa della situazione di pericolo per la pubblica incolumitĂ ”, ha dichiarato il Tenente di Vascello Marco Presti, aggiungendo poi che “solo nell’ultimo mese abbiamo rinvenuto a Lampedusa un’altra grande bomba d’aereo e numerosi proiettili di medio calibro, pertanto, mi preme raccomandare a chiunque dovesse imbattersi in oggetti simili, che questi manufatti possono essere molto pericolosi e quindi non devono essere toccati o manomessi in alcun modo”.

Condividi