Black out Policlinico: è il giorno dell’emergenza, mobilitati gli altri ospedali

In vista del black out che – a causa dell’intervento di sostituzione di una cabina elettrica da parte dell’Enel – dalle 7 alle 15 di oggi riguarderĂ  il Policlinico “G. Martino” di Messina, è stato montato il presidio emergenziale di Pronto soccorso che funzionerĂ  all’interno del complesso ospedaliero. Fondamentale la collaborazione, oltre che del personale interno dell’AOU, della Protezione civile e del 118, così come di tutti gli altri enti coinvolti.

Il presidio accoglie eventuali pazienti che dovessero presentarsi autonomamente al Policlinico e che, dopo i primi interventi, saranno poi accompagnati mediante ambulanze in altre strutture del territorio, vista la temporanea chiusura del Pronto soccorso generale, di quello Pediatrico e di quello Ostetrico. La raccomandazione per l’utenza è comunque di evitare, se non strettamente necessario, di recarsi al Policlinico durante l’arco orario di distacco della corrente. Il 118 dirotterà negli altri ospedali e strutture sanitarie private del territorio i casi di emergenza/urgenza.

Un solo varco sarà aperto, quello lato est in via Consolare Valeria adiacente al Pronto soccorso, con presidio delle forze dell’ordine e accesso consentito solo per giustificati motivi.  Già da oggi, intanto, è stato avviato il servizio che coinvolge ospedali della città, della provincia e di Catania, grazie al quale pazienti diretti al Policlinico hanno ricevuto assistenza presso questi nosocomi.

La presenza di generatori elettrici autonomi e di gruppi mobili che saranno forniti da Brigata Aosta ed Enel consentirà di garantire la continuità assistenziale per i pazienti presenti nei reparti e non dimissibili. Si ricorda che a causa del black out il sito internet dell’azienda non sarà raggiungibile.

Per tutte le informazioni necessarie, si potranno però utilizzare i seguenti riferimenti:
www.emergenza.polime.it; emergenza.polime@gmail.com

SarĂ  attivo anche un apposito account Twitter: @emergenzapolime

Condividi