Messina social city, Fp Cgil tuona: “Basta cattiverie”

Polemiche, attacchi, veri e propri scontri che in questi giorni corrono soprattutto sui social. Rischia di trasformarsi in una guerra tra poveri quella che si è scatenata dopo l’avvio della Messina Social City.

Per questo motivo, la Fp Cgil dice basta. Basta alle cattiverie, agli insulti, basta a quelli che il sindacato definisce come “vergognosi attacchi riservati ai lavoratori”. Basta al “circo social” che sta animando il dibattito fuori dal palazzo in modo troppo aspro.

“Alla luce delle ultime esagerate esternazione mosse nei confronti di alcuni gruppi di lavoratori che in queste settimane, in modo del tutto legittimo per un paese democratico, hanno provato e stanno provando a fare il possibile per tutelare il loro posto di lavoro all’interno della Messina Social City, la Fp Cgil comunica che da questo momento in poi, proprio a tutela di questi operatori, interverrĂ  a difesa degli stessi solo ed esclusivamente nelle sedi sindacali e/o legali che si riterranno piĂą opportune”.

Una presa di posizione chiara e netta per provare a chiudere una querelle che trascende la normale dialettica di confronto e che spesso è sfociata in scambi poco edificanti. Il sindacato ha fatto questa scelta nella speranza che il livello del dibattito, diventato davvero violento soprattutto sui social, possa rientrare.

“Ciascuno degli attori in campo faccia la propria parte nel solo interesse di tutelare il maggior numero di lavoratori possibile, e non certo in nome della logica della “mors tua vita mea”».

Condividi