Lavori Enel: domenica niente luce al Policlinico dalle 7 alle 15, varato piano straordinario di emergenza

Domenica 24 marzo dalle 7 alle 15 l’Enel sospenderà la fornitura di energia elettrica all’Azienda ospedaliera Policlinico “G. Martino”, a causa di lavori urgenti ad una cabina all’esterno del plesso ospedaliero. In vista di ciò, l’Azienda ha attivato una serie di misure di emergenza necessarie a gestire in sicurezza la continuità dell’attività sanitaria, definendo un vero e proprio piano territoriale di protezione civile che ha visto coinvolti tutti i soggetti istituzionali competenti grazie al fondamentale ruolo di coordinamento svolto dal prefetto Maria Carmela Librizzi.

I dettagli del piano, che prevede la temporanea disattivazione del Pronto soccorso generale, pediatrico e ostetrico, sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la sala operativa del Palazzo del Governo con tutti i rappresentanti dei soggetti istituzionali coinvolti, che avevano preso parte al tavolo tecnico tenutosi in precedenza, con l’intervento tra gli altri del Comune, della Polizia municipale, della Polizia provinciale, delle altre aziende sanitarie e ospedaliere cittadine, del 118, della Protezione civile, dei Vigili del Fuoco, delle forze dell’ordine e dell’Enel. Una preziosa sinergia che, come ha ribadito il prefetto, costituirà una valida prova di best practice da applicare anche in presenza di future emergenze.

Ad entrare nei particolari dell’articolata programmazione operativa (in vigore già da oggi con la contrazione di alcune attività, come da piano allegato) è stato il commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera universitaria Giuseppe Laganga, che ha voluto ringraziare per il supporto sia il Prefetto che tutti gli altri enti dai quali è stata immediatamente manifestata disponibilità nel partecipare alla gestione dell’emergenza, ma anche le componenti interne dell’AOU, tutte mobilitate in questa occasione, ciascuna per la parte di propria competenza, al fine di ridurre al minimo i disagi per l’utenza, ma soprattutto di scongiurare ogni rischio per la salute pubblica.

La richiesta formulata nei confronti dell’utenza è comunque di evitare di recarsi al Policlinico durante l’arco orario di distacco della corrente, se non strettamente necessario. Un solo varco sarà aperto, quello lato est in via Consolare Valeria adiacente al pronto soccorso, con presidio delle forze dell’ordine e accesso consentito solo per giustificati motivi.

Grazie alla presenza di generatori elettrici autonomi e di gruppi mobili che saranno forniti da Brigata Aosta ed Enel verrà garantita la continuità assistenziale per i pazienti presenti nei reparti e non dimissibili, mentre non verranno effettuati nuovi ricoveri né in elezione da venerdì, né in emergenza già da sabato alle 12 (così come da piano allegato).

Le necessitĂ  di soccorso gestite dal 118 troveranno risposta negli altri ospedali e strutture sanitarie private del territorio, mentre al Policlinico sarĂ  attivato un presidio di primo intervento per le esigenze interne e per i pazienti che si dovessero comunque presentare autonomamente e che ove necessario saranno trasferiti in altre strutture.

Come richiesto dal prefetto sarà garantita una reperibilità sia da parte della sala operativa della Prefettura che dal Comune, mentre l’Azienda ha attivato dei canali di comunicazione (spazio web, telefono, mail e account Twitter) alternativi a quelli ordinari, che non saranno disponibili a causa dell’assenza di corrente.

Una pagina web con tutte le comunicazioni è stata creata su un server esterno, mentre grazie alla collaborazione con il Comune verrà diffuso un messaggio di avviso alla popolazione. Sarà garantita un’adeguata sorveglianza degli spazi aziendali grazie anche alla disponibilità della Polizia municipale e delle altre forze dell’ordine.

Condividi