Contrada Grancabella senz’acqua, Biancuzzo striglia l’Amam

“Residenti e proprietari di seconde case in contrada Grancabella, a Rodia, sono sprovvisti di acqua potabile nelle loro abitazioni”. Lo segnala il consigliere della VI Circoscrizione Mario Biancuzzo. “Nonostante le richieste inoltrate dallo scrivente ad oggi nulla è stato fatto”, scrive.

Biancuzzo spiega che in questa vicenda c’è un paradosso: “esiste un capiente serbatoio in cemento ubicato nei pressi della strada comunale e nelle vicinanze della contrada Grancabella, dove viene raccolta l’acqua, immessa nella condotta idrica ed erogata nelle abitazioni in alcuni villaggi rivieraschi. Ma, inspiegabilmente, i residenti della contrada Grancabella avendo a pochi passi il serbatoio, pieno di acqua, non possono usufruire dell’acqua, perchĂ© il Comune e l’Amam non hanno mai eseguito un lavoro di posa di un tubo. Incredibile ma vero. Da diversi anni, invece è stato collocato un tubo che parte dal serbatoio e va a finire nel torrente Rodia, per circa 150 metri: in questo tubo viene immessa l’acqua in esubero dal serbatoio e viene scaricata nel torrente 365 giorni l’anno, h 24 e va a finire in mare”.

Biancuzzo sollecita l’esecuzione dei lavori necessari per consentire ai cittadini residenti nella contrada Grancabella nel villaggio Rodia di usufruire dell’acqua.

Condividi