Furto e ricettazione, 53enne di Merì condannato e “spedito” ai domiciliari

In esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto – Ufficio esecuzioni penali, i carabinieri di Merì hanno arrestato T. A. 53 anni. L’uomo, condannato in via definitiva per furto e ricettazione, dovrà scontare due anni in regime di detenzione domiciliare.

Il provvedimento di esecuzione pena scaturisce dalle condanne riportate da T.A. in due distinti procedimenti penali: il primo relativo ad un furto commesso a Milazzo nel 2010, per il quale l’uomo era stato arrestato dai carabinieri poiché aveva forzato alcune autovetture in sosta sulla pubblica via, sottraendo i valori contenuti dall’interno mentre nell’altroera imputato del reato di ricettazione, commesso nel 2015, poiché nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita dai militari della Stazione di Merì era stato trovato in possesso di merce rubata.

L’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione, ove dovrà scontare la pena residua di due anni di reclusione in regime di detenzione domiciliare.

 

Condividi