quiNteatro: trionfale successo per Tiziana Foschi e Antonio Pisu che incantano il Trifiletti con lo spettacolo Lettere di Oppio

Clac…cloc….cloc…clac….porte che si aprono, porte che si chiudono; è questo il rumore della solitudine in una casa vuota, priva di vitalità, nonostante ci convivano due persone.

Un rumore spesso assordante  che prende ogni fibra del tuo essere e che  non è sempre facile contrastare.  Un rumore e uno stato d’animo  al quale  la formidabile Tiziana Foschi e uno straordinario Antonio Pisu, protagonisti della pièce Lettere di Oppio, andata in scena domenica scorsa al Teatro Trifiletti per la Stagione quiNteatro diretta dal regista Giuseppe Pollicina e organizzata da Tali Arti Spettacoli di Tania Alioto in collaborazione con il Comune di Milazzo, hanno saputo dare grande spessore.

A catturare,  sin dal primo istante, l’attenzione del pubblico  è stata l’originale scenografia composta esclusivamente da pile interminabili di libri che fungevano da mobili; elementi questi  che comunemente vengono associati allo stato d’animo solitario.

Una storia di profonda intensità che in un continuo ricambio di emozioni ha creato quel sottile filo rosso tra gli straordinari interpreti  e il pubblico  che per tutta la durata  dello spettacolo si sono compenetrati,  senza grandi difficoltà, entrando in totale empatia.

Lettere di Oppio Foschi – Pisu

Lunghi scrosci di applausi hanno salutato  i due artisti. Plausi che portavano con sé silenti ringraziamenti per aver portato in scena  una storia imbevuta di profonde emozioni.

Ancora una volta sul palco del Teatro Trifiletti va’ in scena   la vita nella sua pluralità di colori e di  sfumature.

Condividi