Estorsione agli autisti dei bus durante il concerto di Tiziano Ferro, due giovani finiscono in carcere

I carabinieri della Stazione di Tremestieri hanno arrestato C. F.,31enne di origine calabrese e A. G., 24enne messinese, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, poiché riconosciuti colpevoli del reato diestorsione in concorso per il quale dovranno entrambi espiare la pena di 4 anni e 5 mesi di reclusione in carcere.

I due erano stati arrestati in flagranza di reato dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Messina Sud l’8 luglio del 2017, nella serata in cui allo stadio “Franco Scoglio” si teneva il concerto di Tiziano Ferro, poiché erano stati sorpresi ad estorcere denaro agli autisti di alcuni pullman turistici parcheggiati lungo la strada statale, all’altezza di Pistunina, in attesa delle comitive di spettatori che assistevano all’evento.

I militari erano intervenuti proprio mentre era in corso un’animata discussione tra uno degli autisti in sosta e di due giovani,nel corso della quale il conducente era stato percosso con un violento schiaffo, riuscendo a bloccare i due rei prima che potessero darsi alla fuga a bordo di uno scooter

Le indagini avevano consentito di accertare che il conducente del pullman, poco prima, era stato costretto a consegnare ai due una somma in contanti per poter continuare a sostare con il proprio mezzo sulla pubblica via e che la stessa richiesta era stata avanzata anche a tutti gli altri autisti presenti. I due sono stati rinchiusi nel carcere di Gazzi.

Condividi