Villa Dante, inutilizzati i nuovi campi da tennis. “Radici”: “Affidare l’impianto a privati”

Diversi sono i campi da tennis che sono stati recentemente riqualificati grazie ai fondi del Masterplan, ma altrettanto numerosi sono i campi che giacciono adesso completamente abbandonati a sé. È questa la situazione paradossale che si presenta all’interno di Villa Dante, dove i campi da tennis ubicati sul parcheggio coperto, i cui lavori di ripristino sono stati completati l’estate scorsa, sono del tutto inutilizzati in quanto non gestiti ad oggi da alcun soggetto.

A mettere sotto la luce dei riflettori tale vicenda è stata l’associazione politica “Radici”, che a tal riguardo ha proposto la realizzazione di una gara ad evidenza pubblica al fine di individuare l’operatore privato che dovrà gestire l’impianto in esame: “In particolare, – spiega l’associazione politica – riteniamo a questo punto necessario aspettare l’approvazione da parte del Consiglio Comunale del regolamento sull’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi comunali, regolamento che ha visto i nostri soci fondatori Alessandro Cacciotto e Libero Gioveni, rispettivamente consigliere della III Circoscrizione e consigliere comunale, protagonisti nella redazione del regolamento stesso”.

“Si tratta di un passaggio necessario – prosegue Radici – affinché i campi da tennis possano essere finalmente utilizzati, e la soluzione più fattibile è quella di procedere ad una gara ad evidenza pubblica al fine di individuare l’operatore privato che dovrà gestire l’impianto di Villa Dante. Analogo discorso, – conclude l’associazione politica – va poi fatto per l’Arena e la piscina di Villa Dante: anche in questo caso bisognerebbe procedere con l’affidamento delle aree a privati mediante procedure ad evidenza pubblica ”.

Condividi