Carenza sangue: l’ospedale “Papardo” lancia un appello ai messinesi

“Il sangue è un vero e proprio farmaco salvavita che può solo essere donato”. Così la dottoressa Roberta Fedele, direttore dell’Unità Operativa di Medicina Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera Papardo, della quale è Commissario Straordinario il dottor Mario Paino, lanciando un appello alla solidarietà affinché i messinesi donino il proprio sangue. Un appello che quest’anno assume una particolare valenza, considerato che il settore in questione sta al momento attraversando un periodo di vacche magre, più di quanto avviene solitamente: infatti, il recente picco influenzale ha di fatto costretto a letto molti donatori, facendo così flettere ulteriormente le già carenti scorte di sangue disponibili.

Possono donare tutte le persone tra 18 e 65 anni, di almeno 50 kg di peso, in buone condizioni di salute e che non abbiano stili di vita a rischio infettivo, dopo 4 mesi dall’applicazione di piercing, tatuaggi, interventi chirurgici. Non bisogna essere digiuni prima di donare, ma è consentita solo una leggera colazione senza assunzione di latte e latticini (è possibile quindi bere acqua, tè, caffè anche zuccherato, mangiare una fetta biscottata con della marmellata).

Chi non ha mai donato o chi non dona da oltre due anni, almeno due giorni prima della donazione, dovrà effettuare presso la Medicina Trasfusionale la “predonazione”, cioè una visita e un prelievo di sangue preliminare per valutare l’idoneità alla donazione stessa. Anche il giorno della predonazione è possibile una leggera colazione.

Il lavoratore dipendente che si reca a donare il sangue ha diritto alla corresponsione della normale retribuzione e al giorno di riposo. Il donatore è sottoposto a regolari controlli gratuiti clinico-laboratoristici.

Presso la Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Papardo (accanto al Pronto Soccorso) si può donare il sangue tutti i giorni da lunedì a sabato dalle ore 8 alle ore 11.30, senza prenotazione, esibendo documento di identità e tessera sanitaria. È possibile effettuare anche la donazione di piastrine e/o plasma con procedura di aferesi.

Condividi