Laimo: “Il V Quartiere flagellato dai lavori per la fibra ottica, situazione insostenibile e vergognosa”

“Il territorio della V Circoscrizione si è ritrovato letteralmente  flagellato dai lavori della fibra ottica ad opera di alcune compagnie telefoniche: tantissimi i disagi con lunghe code di automobili, manto stradale ancor più rovinato ed in alcuni casi anche tubazioni danneggiate di gas o approvvigionamento idrico”: la denuncia arriva dal consigliere della V Circoscrizione, Franco Laimo. Secondo il rappresentante del civico consesso non vi sono adeguati controlli su taluni lavori e perdipiù la viabilità non è supportata adeguatamente dall’ausilio di vigili urbani.
I lavori vengono fatti ad orari assolutamente proibitivi per il regolare flusso veicolare creando immani disagi alla  collettività. In tilt viale Regina Elena con ripercussioni a catena sul viale Annunziata, sulla Nuova Panoramica ed in parte del viale Giostra.
Momenti difficili – racconta Laimo – anche durante il passaggio di un’ambulanza che ha rischiato di rimanere bloccata nel traffico. Mediante il cosiddetto Decreto Scavi, queste compagnie  hanno la facoltà di effettuare tali tipi di lavori senza dover dare un adeguato preavviso nè all’Amministrazione comunale, che al dipartimento interessato, rendendo passiva l’intera città. Ma chi controlla chi? È possibile restare inermi a tutto ciò?”
Laimo segnala “le precarie condizioni del manto stradale del viale Regina Elena, che necessita di un urgente ed improcrastinabile manutenzione ed intero rifacimento, ritenendolo “vergognoso e quasi impraticabile”, soprattutto nel tratto fra la clinica Cappellani e l’ex Cus; occorre intervenire immediatamente senza aspettare futuri ed incerti bandi di gara. Da oltre un ventennio l’importante e frequentatissima arteria non viene ribitumata”.

Condividi