Atm, autisti sommersi dagli straordinari: i sindacati: “Intervenga l’Ispettorato del Lavoro”

Solo a titolo esemplificativo, il totale delle ore di lavoro straordinario effettuate dagli autisti nel mese novembre 2018 ammonta a 1782 ore, a dicembre 2018 è pari a 1763 ore e sale a 1998 ore nel mese di gennaio 2019“. Così Carmelo Garufi e Michele Barresi, rispettivamente segretari delle sezioni messinesi di Filt Cgil e Uiltrasporti, denunciando la grande mole di lavoro straordinario cui sono chiamati oggigiorno a dover affrontare gli autisti Atm per via del numero esiguo di personale da poter impiegare nel trasporto di persone: “Insomma, – proseguono i due sindacalisti – dal secondo semestre 2018 ad oggi vi è stato un forte incremento dei carichi di lavoro e delle prestazioni di lavoro straordinario nei turni applicati al personale autista“.

Tale incremento di prestazioni straordinarie deriva fondamentalmente da una carenza di organico che, vista la delicatezza della mansione svolta, potrebbe mettere a rischio la sicurezza dell’esercizio ed i lavoratori. Con la presente chiediamo pertanto all’Ispettorato del Lavoro di intervenire con apposito atto ispettivo al fine di verificare il rispetto della normativa vigente per i carichi di lavoro, la corretta applicazione delle medie mensili degli operatori di esercizio alla guida e le prestazioni straordinarie effettuate“.

Condividi