Nuove leve della mafia messinese alla sbarra: cinque condanne ed un’assoluzione

Cinque condanne e un’assoluzione. Si e’ concluso con questa sentenza il processo abbreviato dell’operazione “Polena”, l’inchiesta della Dda di Messina che ha azzerato una costola del clan SpartĂ  di Santa Lucia sopra Contesse.

Il Gup Simona Finocchiaro ha condannato Antonio Caliò a 5 anni, Giuseppe Cambria 6 anni e 4 mesi, Antonio Cambria Scimone a 12 anni, Tommaso Ferro a 15 anni 6 mesi e 20 giorni, Lorenzo Guarnera a 2 anni 2 mesi e 20 giorni. Assolto “perchĂ© il fatto non sussiste”, Alfio Russo.

Al centro dell’inchiesta, condotta dai carabinieri, una serie di episodi di estorsione ai danni di commercianti ed usura ed anche un tentato omicidio avvenuto nel 2016 al villaggio Cep quando furono esplosi colpi di pistola contro un’auto con a bordo nipoti e fratello di Iano Ferrara, ex boss del rione diventato poi collaboratore di giustizia.

Condividi