Decennale scomparsa Nicola Capria, appuntamento sabato prossimo a Palazzo Zanca

Accadde dieci anni fa: nel gennaio del 2009 venne a mancare Nicola Capria, noto militante socialista e meridionalista che contribuì al radicamento del PSI e del socialismo autonomista nella realtĂ  provinciale messinese e siciliana. In tal senso, l’Associazione “Nicola Capria” e la “Fondazione Nuovo Mezzogiorno” hanno deciso di rinnovarne il ricordo attraverso un incontro che si terrĂ  alle 9 e 30 di sabato prossimo presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, dove tra le altre cose verrĂ  promossa una “Collana” con la pubblicazione di un “Quaderno” periodico dedicato ai problemi del riformismo, aperto agli interventi di quanti potranno aiutare a ripercorrere il cammino delle idee ed i caratteri peculiari del lungo tragitto vissuto dalla nostra democrazia, che a maggior ragione oggi è necessario difendere e tutelare

Capria dimostrò, nella sua attività di amministratore regionale e di ministro della Repubblica, competenze straordinarie a fronte della complessità dei tanti problemi da lui affrontati e risolti. Fu attento osservatore delle trasformazioni economiche, dei modelli di comportamento sociale e culturale nella società meridionale visti come causa ed effetto della possibile crescita di nuovi protagonisti nella società medesima ed avendo chiaro, nel contempo, come non fosse possibile delineare una politica di sviluppo del Mezzogiorno in assenza di una strategia economica generale ed industriale promossa dallo Stato nazionale attraverso un sistema di incentivi essenziali. Nella sua non breve attività politica, schierato sempre dalla parte del mondo del lavoro, confermò tra le altre cose con coerenza il proprio impegno nel movimento socialista e verso le istituzioni repubblicane.

Condividi