Bando Periferie, Calderone: “Usiamo le economie del ‘Patto per il Sud’ per realizzare le opere”

Utilizzare le economie per oltre 1 miliardo di euro, provenienti da interventi programmati ma irrealizzabili per il ‘Patto per il Sud’ e il ‘Piano Operativo Complementare’ e destinarle al ‘Bando Periferie’, le cui opere già cantierabili e di vitale importanza per diversi comuni siciliani, per una spesa di circa 113 milioni di euro, sono state bloccate dal Governo gialloverde“. È questa la proposta avanzata dall’esponente di Forza Italia all’Ars, Tommaso Calderone, al fine di realizzare le opere rientranti nell’ambito del “Bando Periferie” che, com’è noto, sono state bloccate nei mesi scorsi dal Governo Conte durante l’approvazione del decreto Milleproroghe.

“Sono 4 le province siciliane che in tal senso potrebbero usufruire dei finanziamenti previsti dal Bando Periferie: Messina e Catania, rispettivamente con 40 milioni di euro ciascuna; Palermo con 18 milioni e Ragusa con 15 milioni di euro”, spiega Calderone, che poi aggiunge: “Si ricorda che i programmi ‘Patto per il Sud’ e ‘Piano Operativo Complementare’ (POC), prevedono una spesa di circa 6,5 miliardi di euro, anche se ad oggi molti degli interventi non risultano attivati, con chiari rischi in termini di perdita delle risorse”.

Considerato che la programmazione degli interventi è rimessa all’esclusiva competenza della Giunta Regionale – conclude il Parlamentare – propongo di utilizzare le risorse per realizzare in tempi celeri le opere definanziate da Roma, per dare una boccata d’ossigeno ai comuni beneficiari“.

Condividi