Caos Imu 2013, Gioveni: “Possibile danno erariale”

E mentre negli ultimi venti giorni la controversa vicenda delle cartelle Imu 2013 sta sollevando in cittĂ  non poche polemiche, un’altra controversia potrebbe presto sorgere: quella concernente ai possibili danni erariali che le relative spese di notifica potrebbero aver generato: “Non si può non considerare un possibile danno erariale provocato per l’esborso delle spese di notifica”, afferma al riguardo l’esponente Pd in consiglio comunale, Libero Gioveni, che poi aggiunge: “Il costo delle spese di notifica di ciascuna cartella è di 6,80 euro, che chiaramente andrebbe pagato dai contribuenti solo nel caso in cui questi ultimi sarebbero tenuti a versare la tassa”. Insomma, se effettivamente la stragrande maggioranza degli utenti non sarĂ  chiamata a corrispondere alcunchĂ© con riferimento a tale imposta, le spese a carico dell’ente comunale potrebbero essere notevoli: “Su un totale di circa 156 mila euro di spese di notifica, – prosegue Gioveni – anche volendo considerare una minima percentuale di contribuenti ‘avvisati’ che a seguito di questi accertamenti dovrebbero a Palazzo Zanca la mini Imu dovuta e non versata all’epoca, di certo rimarrebbe totalmente scoperto un importo ben superiore ai 100 mila euro che, appunto, non si può non qualificare come un possibile danno erariale“.

Di tutto questo – conclude il consigliere comunale – lascerò traccia nella seduta della Commissione Bilancio di lunedì 28 gennaio in cui è stato invitato il Dirigente del Dipartimento tributi per fare il punto della situazione e per spiegare nei dettagli quanto accaduto e sta ancora accadendo negli affollati uffici di viale San Martino, presi d’assalto da migliaia di incolpevoli contribuenti ai quali, però, ancora nessuno da Palazzo Zanca ha chiesto scusa!”.

 

Condividi