Sea Watch e Sea Eye, Sorbello: “I consiglieri di Lega e M5S facciano attraccare le navi a Messina”

“Lancio un accorato appello ai colleghi di Lega e Cinque Stelle affinché si facciano carico, tramite i loro interlocutori politici nazionali e regionali, di procedere immediatamente all’apertura di un canale umanitario in favore delle navi di Sea Watch e Sea Eye al fine di farle attraccare al porto di Messina”. Ad affermarlo è il consigliere comunale Salvatore Sorbello, attuale esponente del gruppo misto ed ex membro del gruppo Bramanti sindaco (noto attualmente come Lega), relativamente al caso che ruota attorno a Sea Watch e Sea Eye, le due ong le cui navi hanno a bordo complessivamente 49 rifugiati. In particolare, la Sea Watch, con a bordo 32 persone (delle quali 3 sono minori non accompagnati, 2 bambini piccoli e un neonato), naviga senza alcuna meta da quattordici giorni; mentre la Sea Eye, con a bordo 17 persone, si trova in mare da sei giorni.

“Le navi – conclude Sorbello – si trovano attualmente bloccate nel mar Mediterraneo, in acque Maltesi, dopo essere state respinte ad attraccare nei porti piĂą sicuri da parte di alcuni Stati, tra i quali il nostro, in palese violazione del diritto internazionale e del Diritto umanitario”.

Condividi




Change privacy settings