Osservatorio regionale ferroviario: “Elevare la qualitĂ  del servizio, stop ai ritardi”

Si è riunito, all’assessorato regionale delle Infrastrutture, l’Osservatorio sull’andamento del servizio ferroviario in Sicilia. Lo ha istituito con decreto l’assessore regionale Marco Falcone, secondo quanto stabilito dall’art.18 del contratto di servizio fra Trenitalia e Regione Siciliana.

“Siamo subito entrati nel vivo dei problemi all’ordine del giorno nella circolazione dei treni  – spiega l’assessore Falcone – iniziando a raccogliere, grazie a un organismo che si invocava dal 2013 ma mai era stato creato, le proposte di chi ogni giorni vive pregi e difetti del servizio offerto da Trenitalia”.

Al tavolo hanno preso parte le rappresentanze dei Comitati dei pendolari, dei consumatori e delle associazioni di passeggeri e persone a mobilitĂ  ridotta e con disabilitĂ . Presenti inoltre Silvio Damagini, direttore trasporto regionale Sicilia di Trenitalia, il direttore generale del dipartimento Infrastrutture Fulvio Bellomo e i tecnici dell’assessorato.

“Il Governo Musumeci ha avviato un rapporto di grande chiarezza con Trenitalia – ha aggiunto Falcone – perchĂ© agli sforzi della Regione deve corrispondere analogo impegno dell’azienda affinché non si verifichino piĂą i ritardi del passato e vengano elevati gli standard di qualitĂ  a iniziare dalla composizione dei treni, dalla pulizia delle vetture e dalla puntualitĂ  delle corse”.

La nascita del tavolo ha riscosso consensi fra le associazioni, apprezzamenti espressi nel corso della riunione presieduta da Falcone. Fra i compiti dell’Osservatorio rientrano l’esame dei risultati dei monitoraggi delle prestazioni, il confronto sui reclami e sulle rilevazioni della qualitĂ  del trasporto, i necessari adeguamenti degli standard del servizio ferroviario alle esigenze della domanda.

“Stiamo tenendo e terremo alta l’attenzione sui treni in Sicilia – ha sottolineato Marco Falcone – anche grazie al supporto di rappresentanti e attori della mobilitĂ  su rotaia. Tutto il lavoro dell’Osservatorio servirĂ  ad aggiornare la Carta dei servizi che sarĂ  migliorata secondo le aspettative degli utenti”.

Il prossimo 19 dicembre si terrĂ  un nuovo incontro operativo dell’Osservatorio, ospitato da Trenitalia.

Ma alle parole (tante) servono fatti ed il report del Comitato pendolari guidato da Giosuè Malaponti sembra impietoso a giudicare da ritardi e disservizi. Un confronto sarebbe utile per confrontarsi insieme e dare dignità ad un servizio che in Sicilia stenta a decollare.

Condividi