Infrastrutture, Germanà: “Abrogare immediatamente codice degli appalti”

Puntare al rilancio delle grandi opere partendo dall’abrogazione dell’attuale codice degli appalti, le cui norme sono eccessivamente restrittive rispetto al vecchio regolamento attuativo delle direttive UE. È quanto si legge in estrema sintesi in una nota a firma di vari parlamentari di Forza Italia, che nella giornata di ieri hanno organizzato presso la sede romana del partito la prima riunione del dipartimento dei lavori pubblici di Forza Italia. “Le infrastrutture – si legge nella nota – rappresentano un nodo centrale nell’agenda politica di Forza Italia. Bisogna rilanciare le grandi opere per tornare a creare crescita, sviluppo e, di conseguenza, occupazione. 

“In tal senso, – spiega il deputato forzista Nino Germanà – Forza Italia chiede a gran voce che venga immediatamente abrogato il codice degli appalti e ripristinato il vecchio regolamento che diventerebbe strumento attuativo delle direttive UE perché oggi il codice degli appalti ha norme più restrittive rispetto alle norme UE e questo non lo possiamo consentire”.

“Il senatore Adriano Galliani, responsabile settori dei dipartimenti di Forza Italia, ha nominato – prosegue la nota – come responsabile nazionale l’onorevole Diego Sozzani già capogruppo in commissione trasporti alla Camera che ha sua volta ha indicato suoi vice il senatore Renato Schifani, capogruppo in commissione Lavori Pubblici al Senato e l’onorevole Nino Germanà, membro della commissione trasporti della Camera. All’incontro oltre ad ammiratori locali e professionisti del settore, che hanno avanzato proposte concrete su infrastrutture e lavori pubblici riguardanti tutto il territorio nazionale, dalla Sicilia al Piemonte, hanno partecipato numerosi parlamentari tra cui l’onorevole Giorgio Mulè, portavoce dei gruppi di Forza Italia di Camera e Senato e l’on. Deborah Bergamini, coordinatore del dipartimento trasporti”. 

“Si è avviato un processo di rinnovamento per Forza Italia che, come ha dichiarato l’onorevole Sozzani, intende radicarsi sul territorio con assemblee territoriali e nazionali per ascoltare le esigenze del territorio e delle imprese”, ha dichiarato l’on. Germanà“.

Condividi




Change privacy settings