Infermiere aggredito al Rems, Calapai tuona: “A repentaglio l’incolumitĂ  dei lavoratori”

E’ stato aggredito, la scorsa notte, un infermiere della Residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria di Naso, in provincia di Messina. A denunciarlo la Uil Fpl di Messina che aggiunge: “l’uomo ha subito una violenta aggressione da parte da parte di un ricoverato, riportando trauma sopracciliare sinistro e trauma distorsivo al primo dito della mano sinistra.

Le denunce della Uil-Fpl in passato non sono state solo rivolte all’Asp, ma anche all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. Tuttavia, alle parole riguardo i finanziamenti per garantire la sicurezza in questa tipologia di strutture, non sono mai seguiti i fatti”.

“Riteniamo un fatto di enorme gravita’ – afferma Pippo Calapai, segretario generale della Uil-Fpl Messina – quanto accaduto alla Rems di Naso. Non e’ possibile continuare a mettere a repentaglio l’incolumitĂ  dei lavoratori”.

Condividi