Cerca di evitare l’arresto, ingoia la droga e finisce in manette

I carabinieri della Stazione di Giostra hanno arrestato il 38enne D. B. A., per lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Il tutto è accaduto poco dopo l’ora di pranzo, quando i carabinieri della Stazione di Giostra, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, sono andati a casa dell’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari, per applicargli il braccialetto elettronico. All’interno dell’abitazione un brigadiere dell’Arma ha percepito l’odore dell’hashish ed ha chiesto spiegazioni al 38enne che, di scatto, ha prelevato da un pacchetto di sigarette, appoggiato su un mobile, un pezzetto di hashish, tentando di ingerirlo.

Il militare è intervenuto per recuperare la sostanza stupefacente e bloccare l’uomo  ma questi si è divincolato, spingendolo a terra e mordendogli la mano. Il carabiniere, con il supporto dei colleghi della Stazione, è riuscito a immobilizzare il 38enne quando questi aveva ormai inghiottito lo stupefacente.

L’uomo è stato arrestato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali ed è comparso davanti al Giudice presso il Tribunale di Messina che, al termine dell’udienza, ha convalidato l’arresto, disponendo la misura degli arresti domiciliari.

Condividi