Verso l’erosione anche riviera nord che lambisce via Consolare Pompea, Scavello: “Sciroccate pronte a spazzare via Paradiso”

Non sono solo Galati Marina e il Porto di Tremestieri a soffrire delle sciroccate ma anche il litorale opposto della città lungo la Via Consolare Pompea. In dettaglio, alcuni tratti quali i villaggi Contemplazione e Paradiso risultano sottoposti a fenomeni erosivi specialmente perché il mare ha completamente scavato la stretta fascia di arenile e va ad intaccare direttamente il muro di contenimento della Via consolare Pompea, dopo le violente folate di vento degli scorsi 28 e 29 ottobre.

A portare all’attenzione la situazione di pericolo è il Consigliere Giovanni Scavello, che interpella il sindaco De Luca e tutta la Giunta in primis per competenza il Vicesindaco arch. Salvatore Mondello e l’Assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli.

L’intera costa lungo cui transita l’arteria è interessata da eventi erosivi. La criticità che si riscontra nel tratto della Via Consolare Pompea che attraversa il villaggio di Paradiso, subito dopo il distributore di carburanti, è molto delicata perché sorge su un’area parcheggio.

Appare quindi necessario un rapido intervento di protezione del percorso stradale anche alla luce della circostanza che la Via Consolare Pompea rappresenta l’asse principale – unitamente alla Strada Panoramica dello Stretto – di penetrazione dalla zona Nord della cittĂ  verso il centro ed una sua eventuale interruzione provocherebbe gravi problematiche anche di Protezione Civile.

Scavello vuole conoscere quali interventi si intendono porre in essere in via di urgenza da parte del Comune, al fine di proteggere adeguatamente la sede stradale dall’azione dei marosi e se la stessa Amministrazione abbia predisposto interventi generali di protezione e ripascimento del tratto di costa in questione.

Condividi