Popolo messinese “non molla” De Luca ma lui per oggi in seduta Aula: “Non mi presenterò. Votino da soli il Regolamento Civico”

Tra lo striscione dove campeggia la scritta “De Luca non ci abbandonare” e le battute di spirito asciutte e disarmanti dal pubblico che lo ascolta e quasi lo “venera”, il Sindaco di Messina lo ricambia e, per ora, decide di restare sul pulpito della macchina amministrativa a sviluppare il suo percorso da rinnovatore di Palazzo Zanca ma aveva giĂ  annunciato domenica sera che oggi pomeriggio – mercoledì 3, nel corso della seduta ordinaria del Civico Consesso, “non si sarebbe neppure presentato” per quanto l’argomento di cui discutere fosse particolarmente tempestoso. Dalle ore 16, infatti, i 32 componenti d’Aula devono conciliare la presenza di 48 emendamenti che scandiranno l’attivitĂ  deliberativa dell’ordine del giorno ovvero il Regolamento del Consiglio comunale, giĂ  prelevato nei lavori precedenti. De Luca tiene all’approvazione di questo provvedimento ma ha dichiarato davanti all’attenzione e all’entusiasmo dei cittadini in Piazza Unione Europea: “Se pensano di fare il bello e il cattivo tempo, la storia con me è giĂ  cambiata. Non acconsentirò alle perdite di tempo. La cittĂ  deve andare avanti e diventerò piĂą forte di prima se contano di spaventarmi con gli atti mafiosi. Il Consiglio voti da solo il Regolamento comunale ma le mie dimissioni non vengono ritirate o cancellate. Si inseriranno all’ordine del giorno della seduta di sabato 13 settembre, altra data in cui la popolazione potrĂ  venire ad assistere ai motivi che mi hanno spinto a questo gesto e a come la mia opposizione politica lo commenterĂ , criticherĂ  o giustificherà”. Da un lato si rimette agli umori e al pensiero del popolo visto che la democrazia è determinata da questa entitĂ , dall’altro la legge sentenzia che sia la delegazione del popolo costituita per elezione dal parterre dei gruppi partitici e movimentistici a stabilire la permanenza di ruolo del “Capo – Condomino” De Luca.

Il Sindaco ha fatto pubblicamente una controproposta al Presidente del Consiglio Claudio Cardile per convocare ed incontrarsi in seduta straordinaria per sabato 6, alle 9.30, richiesta accettata e concordata nella conferenza dei capigruppo, per esporre la relazione di inizio mandato della gestione De Luca.

Condividi




Change privacy settings