Via Torrente San Licandro, ci vuole stomaco “forte” per esalazioni griglia di scolo. Laimo: “Amam sprigioni soluzioni”

Laddove si erge un’area che è stata oggetto di totale riqualificazione da una decina d’anni, con la volontĂ  di dare dignitĂ  a tutto il circondario coprendo il torrente omonimo, nasce un contraltare stomachevole per le esalazioni provenienti da una grossa e grande griglia di scolo acque piovane. Il luogo è via Via Torrente San Licandro nei cui pressi è stata persino intitolata una strada nuova a Papa Giovanni Paolo II sempre per dare lustro al massiccio volume di abitanti, ma la presenza di quella griglia evidentemente non pulita da diversi mesi fa sì che si sprigionino degli odori nauseabondi che invadono l’intera zona.

A denunciare l’accaduto è il Consigliere della V Circoscrizione Franco Laimo; l’esponente di Sicilia Futura ricorda che giĂ  dal precedente mandato amministrativo lo stesso Laimo ha piĂą volte sollecitato la Partecipata del Comune Amam a verificare se vi sono delle perdite fognarie nel torrente sottostante.

Poche settimane fa, Laimo ha nuovamente scritto una nota dalla sede circoscrizionale di Villa Lina, ma al momento la situazione è in fase di stallo e si registrano continue esalazioni ed un fetore insopportabile.

A pochi metri dalla griglia è presente anche un’attivitĂ  commerciale di prodotti alimentari che deve quotidianamente far i conti con questa insostenibile situazione.

Condividi




Change privacy settings