Fp Cgil: “Tra i corridoi del Papardo una progressiva desertificazione, quali strategie per il rilancio?”

Il segretario generale della Fp Cgil, Francesco Fucile, il coordinatore provinciale della sanità Antonio Trino, il coordinatore provinciale dei medici Guglielmo Catalioto intendono capire se realmente, al di là delle dichiarazioni stampa rilasciate dall’Azienda, esiste o meno un innalzamento del livello della produttività aziendale o se si è di fronte ad una caduta libera che, se confermata, pregiudicherebbe il mantenimento dello status di autonomia dell’azienda stessa.

“Non siamo per nulla convinti, nonostante le recenti e roboanti dichiarazioni rilasciate alla stampa, che all’ospedale Papardo, dove è oggettivamente riscontrabile una diminuzione dell’utenza, segno di minore attrattivitĂ  della struttura, vi sia un reale innalzamento degli indici di produttivitĂ . E’ per questo che rinnoviamo una richiesta di accesso agli atti, sperando di avere un reale riscontro da parte del management».

A chiedere di conoscere i dati dall’azienda sanitaria sono il segretario generale della Fp Cgil, Francesco Fucile, il coordinatore provinciale della sanità Antonio Trino, il coordinatore provinciale dei medici Guglielmo Catalioto.

“Qualora il dato richiesto fosse in linea con i nostri dubbi, chiediamo che lo stesso sia smembrato per singola unitĂ  operativa, con particolare riguardo a quelle unitĂ  operative, che hanno ‘goduto’, al contrario di altre,  di un rimpinguamento di organico proprio per garantire i livelli essenziali di assistenza e, quantomeno, per mantenere la produzione, precisando che intendiamo conoscere un’analisi precisa sui costi di gestione (soprattutto in riferimento all’approvviggionamento del materiale di consumo specialistico) e sui ricavi di produzione, confrontata col dato del precedente anno”.

Condividi




Change privacy settings