L’Odeon di Taormina torna a vivere grazie al jazz di Anna Bonomolo

Il jazz di Anna Bonomolo è stato protagonista della prima all’Odeon di Taormina. Il teatro romano è stato riaperto al pubblico ed è pronto ad ospitare eventi musicali, rappresentazioni teatrali e manifestazioni culturali.

Il progetto, promosso e condiviso dal Parco archeologico di Naxos Taormina, dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia e dal comune di Taormina, mira alla fruizione e alla valorizzazione di un importante sito archeologico nel cuore della cittĂ . “È un altro pezzo di archeologia che diventa architettura – afferma il direttore del Parco, Vera Greco – e questo succede quando un sito viene vissuto dalla cittadinanza. Ed è questo quello che insieme alla Fondazione Taormina Arte Sicilia vogliamo portare avanti con un ricco programma di spettacoli di qualitĂ , destinati ad un piccolo pubblico, che realizzano una concreta azione di promozione culturale e territoriale”.

L’Odeon di Taormina si presenta come uno spazio suggestivo pronto a tornare alla sua naturale destinazione di rappresentazioni musicali, teatrali e letterarie. La riapertura è il preludio ad un progetto che vedrĂ  la completa utilizzazione dello spazio con una agibilitĂ  che raggiungerĂ  i 250 posti. “Gli spettacoli all’Odeon – spiega il commissario straordinario Pietro Di Miceli – proiettano Taormina Arte verso una nuova logica di valorizzazione dei luoghi. Abbiamo ottenuto un finanziamento dall’Agenzia per la Coesione territoriale che ci consentirĂ  di migliore e rendere piĂš capiente il teatro romano”.

Per la riapertura al pubblico si è scelto lo spettacolo “Jazz in Progress” di Anna Bonomolo, un’artista molto apprezzata per la sua particolare vocalità e il suo ricercato repertorio musicale. Accompagnata per l’occasione da Diego Spitaleri al piano, Giuseppe Sinforini alla batteria e Fabio Lannino al basso.

Il prossimo appuntamento con “Autunno all’Odeon” sabato 6 ottobre, alle 18.30: l’Orchestra a Plettro Città di Taormina, diretta dal maestro Antonino Pellitteri, eseguirà le musiche di Mascagni, Falbo e Calì.

Condividi




Change privacy settings