Risanamento, Gioveni: “Sfruttare tale occasione per rafforzare la Polizia municipale”

“Sfruttando le competenze e le attribuzioni della Polizia municipale, si potrebbe proporre al Consiglio dei Ministri un potere derogatorio contestuale all’emergenza legata ai baraccati e agli sgomberi necessari (viabilitĂ , controlli, ordine pubblico)”. Così il consigliere comunale dem, Libero Gioveni, proponendo alla giunta De Luca di sfruttare la questione Risanamento per rafforzare il corpo di Polizia municipale mediante “stabilizzazione del personale in servizio, individuazione delle figure dei responsabili di servizio e reclutamento di altri uomini (visto l’organico numericamente ridottissimo) attraverso le procedure di mobilitĂ  esterna”, così come aggiunge poi l’esponente Pd in Consiglio comunale. Infatti, com’è noto l’esecutivo comunale ha richiesto al Governo nazionale lo stato di emergenza abitativa sanitaria-socio-ambientale, il cui rilascio è necessario per poter ottenere anche le risorse finanziarie necessarie per poter procedere con la riqualifica delle zone individuate. In tal senso, per Gioveni il sindaco dovrebbe cogliere quest’occasione per chiedere anche i poteri speciali necessari per potersi occupare del dossier traffico.

Oltre ai circa 300 posti vacanti da pianta organica, – spiega Gioveni – i servizi di viabilitĂ  attualmente vengono garantiti in pianta stabile soltanto da 60 unitĂ  suddivise in quattro turni essendo previsto in cittĂ  il servizio 24 ore su 24: tutto questo è inaccettabile. Si attivi subito il sindaco: lui che è abituato ad emetterle le ordinanze, stavolta vada a chiederle al Consiglio dei Ministri“.

Condividi




Change privacy settings