Galati Marina: torrente trasformato in discarica, nessuno “frena” gli abusivi

Sembra una giungla, in realtĂ  è un torrente, uno dei tanti che attraversano la cittĂ  dello Stretto. L’arrivo della stagione delle piogge, sempre piĂą intense, non lascia dormire sonni tranquilli agli abitanti di Galati Marina.

Basta osservare la foto del torrente di Galati Sant’Anna per comprendere il pericolo. Pioppi e canneti sembrano aver preso il sopravvento, il letto della fiumara è un ammasso di rifiuti, scarti edili e suppellettili di ogni genere.

Ogni notte si registra un continuo via-vai di mezzi, gente senza scrupoli che scambia il torrente per un luogo dove conferire e smaltire materiale di ogni tipo. Ovviamente restando impuniti.

In prossimitĂ  del ponte sotto la Statale 114, in caso di forti precipitazioni, si potrebbe creare un pericoloso “tappo” con il serio rischio che la forza dell’acqua riversi la sua potenza sul paese ed ai margini del torrente.

La denuncia di un nostro lettore – che naturalmente ringraziamo per le foto – non può essere inascoltata. Considerato il pericolo si rende necessario un intervento di bonifica per ripulire il greto e magari un maggiore controllo per evitare che i soliti abusivi vengano a scaricare a Galati. L’installazione di telecamere potrebbe essere un ottimo deterrente, ma considerata la vastitĂ  dell’area difficilmente si potrĂ  “coprire” tutto il torrente.

Condividi




Change privacy settings