Girotondo “Forum delle Donne“: “Terremo d’occhio lavori del Consiglio e redigeremo manifesto urbano”

Redazione1

Girotondo “Forum delle Donne“: “Terremo d’occhio lavori del Consiglio e redigeremo manifesto urbano”

martedì 04 Settembre 2018 - 16:31
Girotondo “Forum delle Donne“: “Terremo d’occhio lavori del Consiglio e redigeremo manifesto urbano”

La notizia di una probabile città commissariata non può solo turbare o far avvinghiare lo sbigottimento ma deve creare una scatto di orgoglio per tutti. Con questo impulso il Forum delle donne, nato recentemente per far ascoltare le esigenze delle quote rosa in tutte le categorie sociali, ha organizzato, ieri sera davanti al Comune, l’iniziativa di protesta denominata “Girotondo” per urlare il “NO” alla consegna del territorio dello Stretto nelle mani di un Commissario Straordinario, magari non messinese che sconosce le problematiche intrinseche e radicate. Domani, una delegazione del Movimento femminile assisterà ai lavori del Consiglio Comunale.

Ad imbandire la pensata alcune delle fautrici ed una numerosa delegazione di donne impegnate in diversi settori.

Ecco alcune delle promotrici del FORUM presenti alla manifestazione: Carmela Panella, Professore Ordinario di Diritto Internazionale presso l’Università di Messina; Maria Rigi – Medico; Flavia Ilacqua Docente – impegnata Mensa di Sant’Antonio; Clara Crocè -Funzionario direttivo Regione Sicilia; Liliana Giacoppo – titolare di esercizi commerciali; Silvia Gambadoro Avvocato; Carmen Currò – avvocato esperienza CESV di Messina; Maria Flavia Timbro – avvocato; Elisabetta Raffa – giornalista e Francesca Currò – Organizzativa.

Flavia Ilacqua ha detto: ”Ho deciso di mettermi in gioco attraverso il FORUM. Non posso rimanere inerme e vivere in una città che vede aumentare le diseguaglianze e la miseria aumentare ogni giorno di più. La mia attività di volontaria presso la mensa di Sant’Antonio – ha detto Flavia – mi ha fatto comprendere che in questa città le donne non possono assoggettarsi al silenzio”.

Liliana Giacoppo: “Attraverso il Forum possiamo svolgere una attività di aiuto alle donne che in questa città viene negata la possibilità di uscire dal degrado. Noi possiamo fornire attraverso le istituzioni e le associazioni gli strumenti. Io ho avuto la possibilità del riscatto – ha continuato Liliana – ho fatto degli investimenti e ho pure acceso un mutuo per acquistare casa. A tutta la politica chiediamo di svoltare pagina”.

Lina Panella: “Il FORUM ci consente di mettere a frutto la nostra esperienza. Vogliamo occuparci di tutte le donne partendo da una emergenza, la condizione delle donne che vivono nei quartieri di periferia, dei bambini. Il Forum non è una segregazione nei confronti degli uomini. Non vuole essere una provocazione ma è indubbio che noi donne sentiamo alcuni problemi più degli uomini”.

Maria Rigi afferma in qualità di medico: “Le persone rinunciano anche a curarsi per questo motivo vogliamo partire dai quartieri periferici”.

Clara Crocè – Stiamo sostenendo la battaglia per il risanamento e lo sbaraccamento. Teniamo a precisare non siamo un movimento politico. Non caldeggiamo alcun Sindaco e alcun politico! Sosterremo tutte le azioni amministrative positive per la città. Contrasteremo quelle negative e soprattutto vigileremo con la nostra presenza sulle decisioni. Invitiamo tutti al Buon governo!”.

Sabato il Movimento in rosa si riunirà per la scrittura del manifesto da presentare alla città in conferenza stampa e fisseremo il calendario delle assemblee sia delle donne che dei quartieri.