Rotaract, il 2017/18 anno positivo

L’anno sociale 2017/2018 è stato, per il Rotaract Club “Messina”, assai ricco di soddisfazioni. Il bilancio dell’anno sociale targato Fiumara risulta positivo, come dimostrano le numerosissime attività di “service” rivolte alla comunità messinese, tra cui pulizia di aree naturali e attività di raccolta fondi. Tuttavia, l’attività considerata il fiore all’occhiello della governance di Gabriele Fiumara è certamente la riqualificazione della Villa Quasimodo (nota altrimenti come Villa Royal e antistante il noto hotel messinese).

“Tutto è nato dopo il mio insediamento come Presidente” – racconta Gabriele Fiumara – “Ho voluto accettare questa sfida e riuscire in qualche modo a ridonare tale spazio alla città”, ed è stato proprio questo forte desiderio che ha motivato fortemente Gabriele nel suo ruolo e lo ha spinto ad impegnarsi e investire il suo tempo nel progetto “Villa Quasimodo”. Da troppo tempo, infatti, la villa versava in condizioni pessime ed era salita alla ribalta della cronaca per il degrado in cui essa, da uno dei pochi polmoni verdi del centro cittadino, ingiustamente si trovava e che aveva anche fornito spunto di scontro e sciacallaggio mediatici per quanto riguarda lo scenario politico. Il Rotaract, nella persona del suo dinamicissimo presidente Fiumara, è riuscito ad ottenere la formale adozione dello spazio verde siglando una convenzione con il Comune, nella persona del Dirigente Dott. Domenico Manna e con l’Amministrazione, nella persona dell’ex Consigliere della IV Circoscrizione Daniele Travisano. Dall’ottobre 2017, data del suo primo intervento sull’area verde, il Club ha organizzato diversi incontri finalizzati alla pulizia del luogo, alla ripitturazione delle panchine, dei muri, dei giochi e di tutte le strutture che erano state imbrattate da sgradevoli e volgari graffiti. Da ultimo, il Rotaract ha provveduto a donare ben 4 bidoni da 120 litri per la raccolta differenziata acquistati personalmente dai soci e a collocare vari cartelli contenenti piccole ma efficaci lezioni di buon comportamento civico. Questi e molti altri ancora, spiega Gabriele Fiumara, sono stati gli interventi effettuati a partire da ottobre fino ad oggi. Una grande lezione di civiltà che il Rotaract ha sonoramente impartito a tutti quei cittadini, o presunti tali, che hanno guardato con ilarità al progetto portato avanti dal club, limitandosi a denigrare, criticare, proporre senza concretizzare “Un’ultima sorpresa” – ci dice Gabriele – “è l’installazione all’interno della stessa Villa Quasimodo, di una scultura di altissimo pregio artistico, concepita congiuntamente ad una qualificatissima equipe di esperti composta dal noto architetto messinese Dario Iacono e dall’artista del ferro Fabio Pilato”. Quale riconoscimento per il notevolissimo e costante lavoro svolto, il Rotaract Club Messina, nella persona del suo Presidente Gabriele Fiumara, è stato insignito, per la prima volta in quasi cinquant’anni di storia del Club che annovera i giovani rotariani in età dai 18 ai 30, della prestigiosissima “Paul Harris Fellow”, massima onorificenza rilasciata dal Rotary e, è d’obbligo aggiungere, massima aspirazione di ogni appartenente alla famiglia rotariana. Un anno sociale svolto nel segno della correttezza, della professionalità e la scelta di attività improntate all’ “utile” ne è stata l’impostazione. Un percorso ubertoso che è stato premiato e apprezzato soprattutto dal Rotary Club padrino e che inorgoglisce la città di avere giovani impegnati in tal senso.

L’anno sociale 2018/2019 si svolgerà sotto la presidenza della dott.ssa Maria Ludovica Carerj, il cui insediamento si è svolto in occasione del rituale “passaggio di campana”, che ha avuto luogo nei suggestivi saloni del Circolo di Via Garibaldi (Palazzo Carrozza). Il Past President Gabriele Fiumara, messinese prossimo al conseguimento della laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l’ex facoltà di Farmacia, attualmente “Dipartimento di Scienze del farmaco e dei prodotti per la salute”, è una giovane promessa della città dello Stretto, uno di quei “cervelli” che Messina non può permettersi di lasciar andare via. Nato e cresciuto in una famiglia di professionisti del settore dell’impresa, ha dimostrato di possedere ottime capacità di leadership e organizzazione, che ha avuto la possibilità di sperimentare nella realizzazione di prestigiosi eventi nei locali della “movida” messinese.

Educazione, rispetto e serietà sono le sue cifre stilistiche e, in una società talmente materialista e particolarmente focalizzata sul “numero” piuttosto che sul valore della “qualità” e della “persona” come quella attuale, sono valori in estinzione. Gabriele riserva grande spazio nella sua sfera personale anche al mondo dell’associazionismo e dei club service, a cui si avvicina già a partire dai diciotto anni, facendo il suo ingresso nello storico e celebre Rotaract Club cittadino, iniziando una rapida e brillante carriera sociale all’interno della stessa azione giovanile del Rotary Messina, fondato nel 1929. Durante il suo primo anno da socio, Fiumara viene selezionato per rappresentare il Rotaract come partecipante ad un evento di formazione avente per tema la “leadership” promosso dallo stesso Rotary International. Da questo punto, Gabriele è iniziato a crescere all’interno dell’assetto sociale del Club, bruciandone le tappe con entusiasmo e rapidità: prima consigliere, poi cerimoniere, quindi Presidente per l’Anno Sociale 2017/2018.

Condividi




Change privacy settings