Ferve avvento dei 16 autobus elettrici a Messina. Dimenticato l’impianto di ricarica: costa 800mila euro

Impazza il principio della sostenibilità ambientale a tutti i costi anche per i mezzi di trasporto pubblico nella Città Metropolitana di Messina. La precedente GESTIONE del Comune ha acquistato sul mercato 16 autobus elettrici con l’investimento di circa 8 milioni di euro, una manovra economica quasi ineccepibile per appagare le varie teorie di riduzione dell’inquinamento e per aumentare la mobilità urbana ma che ha trascurato le normali leggi della fisica dimenticando di realizzare l’impianto di alimentazione ovvero la classica colonnina di ricarica.

Ora i dirigenti di ATM comunicano allo Staff De Luca l’urgenza di installare questo impianto dal valore commerciale di circa 800 mila euro. Altrimenti gli autobus elettrici che arriveranno tra due mesi circa non solo non potranno essere utilizzati ma le batterie di alimentazione si deteriorano.

Ogni batteria di alimentazione per ogni autobus ammonta a circa 40mila euro.

Insomma dove e come reperire il budget che serve a costruire l’impianto di alimentazione a norma e sufficiente anche alle future esigenze?

Condividi




Change privacy settings