“Spiagge sicure”: blitz e sequestri all’Isolabella

Ancora un maxi sequestro di merce contraffatta ad Isolabella nell’ambito di “Spiagge sicure”. Gli agenti della Polizia locale, coadiuvati da quelli della cittĂ  metropolitana di Messina, hanno effettuato un blitz nella spiaggia di Mazzarò. Un’azione che ha determinato un “fuggi fuggi” generale di ambulanti. Qui a carico di ignoti, almeno sette, sono stati effettuati sequestri di merce che hanno riempito un mezzo di raccolta messo a disposizione da “Mosema”, societĂ  che si occupa della raccolta dell’immondizia.

Particolarmente lunga è stata la conta degli oggetti sequestrati. Nell’elenco figurano: 8 ombrelloni, 67 paia di scarpe, 86 cappelli, 80 letterine in legno, 24 maschere subacquee, 41 teli da mare, 15 bandane, 38 cinture, 100 occhiali, 8 porta cellulari impermeabili, 140 bracciali e collane di vario tipo. Intanto proseguono i servizi di controllo che vedranno la collaborazione anche dei commercianti.

Il vice comandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti, in via sperimentale ha creato, appunto, un gruppo wathsapp con gli esercenti di corso Umberto. La finalitĂ  è quella di ricevere segnalazioni di qualsiasi tipo, dall’ambulante abusivo al questuante molesto ai taccheggi e poter dare una risposta nell’immediatezza.

Condividi




Change privacy settings