Tutto pronto per la II° edizione di Suoni e Luci

Dopo il grandioso  successo dello scorsa  edizione  la Fondazione Taormina Arte Sicilia ripropone nella stupenda Villa del Casale a Piazza Armerina “Suoni e luci”, kermesse che avrà luogo venerdì 10, sabato 18, venerdì 24 e venerdì 31 agosto. L’evento si propone di riportare  la villa romana al suo antico splendore ospitando manifestazioni di grande musica.

Il tutto è reso suggestivo da un’illuminazione artistica realizzata appositamente per l’evento. In programma le arpe del Duo Palazzolo, gli archi e il clavicembalo di Ensemble Barocco di Messina, la musica barocca con il Duo Ars Vetus e il concerto conclusivo su musiche di Mozart del Quintetto Almeyda.   Il progetto è realizzato con la collaborazione dell’Orchestra da Camera di Messina e la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana.

 

Tra gli straordinari mosaici che rappresentano scene mitologiche e scene di vita quotidiana, scene di caccia, sempre realizzate in maniera molto vivida gli effetti luci creeranno atmosfere d’epoca, avvolgendo gli spettatori in un viaggio unico accompagnato dalle arpe delle sorelle Simona e Sabrina Palazzolo (10 agosto), dagli archi e i clavicembali dell’Ensemble Barocco di Messina (18 agosto), dal violino e clavicembalo di Antero Arena e Maria Assunta Munafò (24 agosto) e da Angelo Cino al clarinetto, Sergio di Franco, Salvatore Tuzzolino al violino, Giuseppe Brunetto alla viola e Domenico Guddo al violoncello su musiche di Wolfgang Amadeus Mozart – quartetto d’archi in sol maggiore KV 156 e quintetto per clarinetto e archi in la maggiore KV 581 – (31 agosto) in un crescendo di suoni antichi.

La Fondazione Taormina Arte Sicilia presente nella programmazione di Anfiteatro Sicilia, la manifestazione culturale promossa dall’Assessorato regionale al Turismo, per l’evento Suoni e Luci della Villa romana del casale ha collaborato con il Polo Museale di Piazza Armerina, Polo Regionale di Piazza Armerina, Aidone ed Enna per i Siti Culturali, i Parchi Archeologici della Villa del Casale e di Morgantina, la Soprintendenza di Enna, il Comune di Piazza Armerina e i Beni culturali.

Un evento che coinvolgere e avvolgerà l’ascoltatore facendogli intraprendere un’emozionante viaggio all’interno del proprio Io.

Condividi




Change privacy settings