“Notte for Kids”, i bimbi alla riscoperta del centro storico di Patti

Ha riscosso un grande successo l’iniziativa “Notte for Kids” organizzata nell’ambito della nona edizione della “Notte per la cultura”, svoltasi a Patti ed organizzata dall’associazione “Officina delle idee”. L’evento, promosso da Chiara Lo Vercio e Manuela Stroscio, è stato dedicato ai bambini in un viaggio magico alla scoperta del centro storico e della Regina Adelasia attraverso attivitĂ  pensate proprio per i piĂą piccoli.

Il “Tour for Kids” ha preso il via alle 19,30 dal Parco Robinson con la prima tappa presso il planetario gestito dall’associazione “Universo” che ha dato modo, ai piccoli partecipanti, di rivivere il “Cielo di Adelasia”. Successivamente è stata letta la favola di Antonella Giardina “Adelasia, Regina di Sicilia” per poi soffermarsi presso l’Antico Caffè Galante dov’è stato proiettato il video realizzato dagli alunni dell’istituto comprensivo “Lombardo Radice” “Il Tesoro di Adelasia” curato dal docente Alessandro Greco.

L’ottimo lavoro svolto dai promotori di “Notte for Kids” ha permesso ai piccoli partecipanti di scoprire la storia della cittĂ  di Patti attraverso i luoghi piĂą belli del centro storico vivendo la parte antica del paese attraverso il gioco. E proprio, in maniera ludica, è stata fatta scoprire ai bambini anche la storia dello stemma della CittĂ . Grazie al documento digitalizzato da Nino Galante hanno avuto modo di scoprirne l’origine e i particolari della sua realizzazione. Inoltre, per scoprire i dettagli di cui è composto ed i colori della cittĂ , i piccoli partecipanti hanno avuto modo di dipingerlo e tenerlo per ricordo.

“Notte for kids” si è conclusa con la scoperta di uno dei dolci tipici della cittĂ , il “pasticciotto di carne”. Oltre a conoscerne la storia, i bimbi hanno anche avuto modo di gustarlo.

Un evento nell’evento, per una iniziativa ideata con amore che ha arricchito una manifestazione che ha fatto rivivere, per una sera, il centro storico di Patti, indicando ai piccoli cittadini le tradizioni e le origini della loro città.

Condividi




Change privacy settings